Io vi odio voi parigini, vi odio tutti quanti

Photo: Chiara Gusmani

I parigini li odiano tutti. Li odiano soprattutto gli stranieri che arrivano a Parigi alla ricerca di un mito, di un sogno e invece vengono accolti da un qualche garçon de café, che li tratta come appestati. Li odiano tutti a tal punto che gli stessi parigini detestano sé stessi. Di questo postulato, il Courrier International ne ha fatto il suo dossier della settimana del 24 febbraio, dal titolo “Les Parisiens”, che è andato a ruba in tutte le edicole della capitale.

Attraverso lo sguardo di vari giornalisti e corrispondenti internazionali, come quello del Guardian o del New York Times,  il giornale traccia un quadro piuttosto triste della famosa Lutèce e dei suoi abitanti, visti come reazionari, antipatici e perfino maniaci sessuali. Parigi è soprattutto una città di solitudini. Una bellissima città di solitudini, che offre migliaia di possibilità e attività diverse. E’ una città in cui manca la facilità dei contatti ma abbonda l’anonimato. Ed è proprio questo che amano quello che la scelgono come residenza.

Parigino, dove sei ?

Il parigino è come il milanese: non esiste. Parlando con le persone che puoi incrociare in questo formicolio continuo, finisci sempre per scoprire origini e provenienze che non hanno niente a che vedere con la ville Lumière. Ma finiscono tutti per dimenticarsi da dove vengono, per scivolare piano nel ruolo del parigino annoiato, tormentato dal metro che non funziona, scandalizzato dalla brutalità dei commercianti, minacciato dai mille pazzi che popolano la città. Un parigino che, sotto sotto, è compiaciuto di tutto questo degrado perché Paris è sempre meglio della provincialissima provincia francese. Continua a leggere Io vi odio voi parigini, vi odio tutti quanti

Annunci